Campionati Europei OCR in Val di Fiemme

27/01/2022

Dopo un periodo di corse agli ostacoli per il settore turistico arriva un Campionato che, probabilmente, porterà negli alberghi della valle 1500-2000 atleti. Per un weekend sarà proprio una competizione di corsa ad ostacoli a regalarci un po’ di ossigeno.
La Federazione Italiana OCR (FIOCR) ha assegnato alla Val di Fiemme l’organizzazione dei Campionati Europei 2020, la massima competizione continentale di corse a ostacoli.

Dal 10 al 12 giugno 2022 atleti da tutta Europa si incontreranno al centro del Fondo di Lago di Tesero, per sfidarsi alla conquista dei titoli assoluti ed Age Group nelle categorie Short, Standard e Team. I percorsi di gara si estenderanno da Lago di Tesero fino all’Ape Cermis e a Masi di Cavalese.

È stata la costante crescita del movimento a livello nazionale, che solo nel 2018 ha coinvolto oltre 45mila appassionati, a permettere all’Italia e alla FIOCR – Federazione Italiana OCR di ospitare l’edizione 2020 su assegnazione da parte della OCR World (Fédération Internationale de Sports d’Obstacles) e della OCR Europe (European Obstacle Sports Federation).

In solo 5 anni l’interesse suscitato da questa disciplina emergente, nata negli anni ’80 in Inghilterra e affermatasi dal 2010 tra USA ed Europa, ha permesso nel 2015 proprio nel nostro Paese la realizzazione del primo Campionato al mondo e nel 2016 l’istituzione della FIOCR.

L’associazione riunisce ad oggi oltre 40 associazioni e società impegnate sul territorio con lo scopo di rappresentare, regolamentare e promuovere l’obstacle racing. Una sinergia sostenuta a livello internazionale anche dalla OCR Europe, di cui è membro fondatore, e dalla World OCR, finalizzata soprattutto a intraprendere un percorso per il riconoscimento ufficiale di queste corse a ostacoli che affrontano circuiti sterrati che invitano a superare sfide fisiche.

13/12/2019

La Sportiva: di padre in figlia

L’azienda della Val di Fiemme è stata premiata a Milano per aver saputo gestire al meglio il passaggio generazionale. Ha ritirato il premio Giulia Delladio, figlia del presidente e amministratore delegato Lorenzo Delladio.