Vacanze Sicure

“La Sportiva” di Ziano di Fiemme star del Made in Italy

12/11/2015

L’azienda della Val di Fiemme, leader nel mondo outdoor per la produzione di calzature e abbigliamento tecnico da montagna e selezionata dal Made in Italy di Milano per la capacità di valorizzare il suo marchio a livello internazionale, ha ricevuto il premio "Save the Brand - Internazionalizzazione". 

 

Un’azienda di montagna eccelle a livello internazionale, non solo per la qualità della sua produzione e per la posizione sui mercati esteri, ma anche per la capacità di comunicarne il valore. La notizia sembra far crollare definitivamente lo stereotipo del montanaro un po’ “orso” e “musone”.

La Sportiva” di Ziano di Fiemme, famosa per le sue scarpe da arrampicata sportiva, ma anche per ogni tipo di calzatura da montagna e per l’abbigliamento tecnico, si è aperta al mondo traendo vantaggio dal suo isolamento geografico. Ciò che un tempo era considerato un limite, se non altro logistico, oggi si trasforma in una preziosa opportunità.

In un ambiente tranquillo, circondato da foreste di abeti e lontano dai ritmi compulsivi delle metropoli, idee e strategie di marketing sembrano trovare il perfetto humus per conquistare mercati internazionali.

Il 29 ottobre a Milano è stato celebrato il Made in Italy nei settori delle cosiddette tre effe: Fashion, Food e Furniture, all’interno dei quali spiccano a livello mondiale diverse aziende italiane che eccellono nella capacità di valorizzazione del marchio.

L’analisi svolta da Icm Advisors, fra gli organizzatori di “Save the brand”, su 1.100 aziende con un fatturato compreso tra 30 e 300 milioni di euro, ha permesso di selezionare 50 eccellenze che hanno saputo trasformare in crescita il valore del proprio marchio e distinguersi sul mercato per offerta, posizionamento, immagine e valore associato al brand.

La Sportiva”, azienda di Ziano di Fiemme, leader nel mondo outdoor, si è distinta tra le finaliste delle 3F, per la sua capacità di internazionalizzazione e di sviluppo del proprio business sui mercati esteri. Con un fatturato di 75 milioni di euro ed in crescita in doppia cifra sull’anno precedente, l’azienda guidata dalla famiglia Delladio, ha ottenuto eccellenti risultati anche grazie alle attività di export dalle quali proviene l’82 percento del fatturato.

La capacità di interconnessione con il mercato globale della calzatura e dell’abbigliamento outdoor, associata a una solida produzione “Made in Trentino”, ha contraddistinto “La Sportiva” come un’eccellenza italiana in grado di competere a livello globale. Il riconoscimento rende molto orgogliosa la famiglia Delladio, impegnata nella crescita del marchio “La Sportiva” con un interessante approccio “glocale” che fonde il pensiero globale all’azione locale.

“Sono molto orgoglioso e grato per il riconoscimento ottenuto poiché rispecchia pienamente il nostro impegno e la nostra strategia - ha dichiarato Lorenzo Delladio, amministratore delegato de “La Sportiva” -. Uno dei nostri principali obiettivi è far conoscere all’estero la qualità del nostro brand e il valore del Made in Italy che esaltiamo attraverso lo stile e la tecnicità dei nostri prodotti e grazie alla produzione italiana dei nostri prodotti che avviene proprio all’interno della sede principale dell’azienda in Val di Fiemme, tra le Dolomiti del Trentino”.

Alla presentazione degli awards a Milano era presente Giulia Delladio, quarta generazione di una famiglia che guida l’azienda dal 1928. Anche la tradizione rende grande il marchio “La Sportiva”.

Attenzione, quindi, alla tenacia dei montanari che, mantenendo radici e valori ben saldi, riescono a eccellere nel mercato globale anche attraverso la comunicazione.

17/05/2019

Predazzo, scateniamo un'altra Red Bull 400

Sabato 6 luglio 2019, tutti allo Stadio del Salto per l'evento più adrenalinico dell'estate. Torna la gara breve più ripida al mondo! La corsa estenuante, aperta a tutti, terminerà con l’Evening Party al Poldo Pub.
11/05/2019

Quel rosso trekking

Le escursioni della Val di Fiemme si tingono di fuoco,
fra tramonti dolomitici, foreste di abeti rossi e distese di rododendri.
26/04/2019

Il cammino del Cristo Pensante: 73 km in 3 giorni

Venerdì 8 luglio 2016, un trekking meditativo di 73 km partirà dal Santuario di Pietralba per arrivare, domenica 10 luglio, al Cristo pensante delle Dolomiti, sulla cima di Monte Castellazzo a Passo Rolle. Iscrizioni entro il 31 maggio.
21/02/2019

Val di Fiemme, il Dolomiti Food Jazz è un festival nel piatto

Dall’8 al 16 marzo 2019 il Dolomiti Ski Jazz si assaporerà anche a tavola, grazie alla seconda edizione della rassegna enogastronomica trentina Dolomiti Food Jazz. Ristoranti e rifugi della Val di Fiemme comporranno “piatti musicali” con le note aromatiche dei sapori della valle, dei vini trentini e Cembrani Doc, della Birra di Fiemme e di altre chicche chilometro zero.
21/02/2019

Val di Fiemme, scopri il programma e i protagonisti del Dolomiti Ski Jazz 2019

Dal 9 al 17 marzo 2019, fra gli oltre 60 artisti del 22° Dolomiti Ski Jazz spiccano musicisti di fama internazionale come Alex Sipiagin, Luca Boscagin, As Madalenas e Los Ernestos, Luigi Bonafede, Dawn Mitchell, Alessandro Lanzoni, Thomas Morgan, Eric McPherson, Pietro Tonolo, Roberto Bindoni, il Soon Trio, Giampaolo Casati, i Lost Boys e il sassofonista Simone Alessandrini apparso tra i migliori nuovi talenti del jazz italiano del 2018 nella top ten del referendum Top Jazz.