La Sportiva produce mascherine per la Protezione Civile di Trento

30/03/2020

Prosegue l’emergenza Coronavirus e Confindustria Trento su richiesta del Presidente Manzana, chiede alle industrie del settore tessile Trentino uno sforzo di riconversione produttiva allo scopo di far fronte alla mancanza in regione di dispositivi medico sanitari quali camici e mascherine certificate. La Sportiva, azienda con sede produttiva a Ziano di Fiemme e leader mondiale nella produzione di calzature ed abbigliamento per la montagna, dopo aver fermato totalmente le proprie linee produttive già una settimana prima del decreto ministeriale che ha imposto la chiusura delle fabbriche di beni non necessari e non legati alla catena produttiva del sistema Italia, accetta la proposta del Presidente riconvertendo parte dei macchinari dello stabilimento produttivo pensati per il taglio e la cucitura di materiali quali pelle e gomma, per la produzione di mascherine e camici al servizio della Protezione Civile di Trento.

Venerdì scorso sono stati realizzati i primi prototipi e questa settimana, grazie ai tessuti tecnici forniti dalle aziende trentine Vagotex e Texbond è al via la realizzazione dei primi 1000 pezzi al giorno con obiettivo, a regime, di arrivare a quota 3000 al giorno. Attualmente nello stabilimento di Ziano di Fiemme che ospita normalmente 369 dipendenti ed all’interno del quale si producono circa 2000 paia di calzature al giorno, sono state richiamate dalla cassa integrazione 8 persone tra operai e tecnici R&D per realizzare i prototipi delle mascherine conformi agli standard richiesti dall’Istituto Superiore della Sanità di Torino. La produzione già avviata attende ora solo la certificazione ufficiale della quale si sta occupando il Dott. Cipriani della Allergo System di Rovereto, per essere definitivamente approvata affinchè l’azienda possa procedere alla distribuzione tramite i canali proprio della capocommessa Allergo System.

“Produciamo in Trentino dal 1928 avvertendo da sempre una forte responsabilità sociale nei confronti di un’intera comunità che fa della solidarietà e dell’aiuto reciproco una caratteristica fondamentale. - Dichiara Lorenzo Delladio CEO & Presidente di La Sportiva - Con grande senso di responsabilità abbiamo dapprima contribuito allo sforzo collettivo nel contenimento del contagio, chiudendo in anticipo le nostre sedi produttive: ora siamo chiamati ad impegnarci per affrontare la seconda fase dell’emergenza, per farlo ci siamo dotati delle materie prime adeguate per poter produrre una prima partita di 55.000 mascherine che andranno alla Protezione Civile di Trento, tramite la Allergo System di Rovereto. Parallelamente stiamo cercando di far certificare in autonomia altri materiali in modo da renderci indipendenti anche con grembiuli e altri componenti di protezione e quindi passare ad una produzione industrializzata che permetterà nel brevissimo di raggiungere produzioni giornaliere ben più importanti. Chiaramente riconvertendo più macchinari e richiamando gradualmente più dipendenti presso lo stabilimento. Augurandoci che questo possa contribuire a mettere in sicurezza le centinaia di operatori sanitari che operano sul territorio Trentino e che oggi hanno bisogno di tutto il nostro sostegno. Uniti seppure divisi, scaleremo anche questa montagna, è quel che ho detto ai miei collaboratori all’inizio dell’emergenza ed il messaggio che voglio dare oggi anche a tutti coloro che sono in prima linea per combattere questa battaglia. La Sportiva c’è e vi sostiene.”

Ed il sostegno alla sanità Trentina è già arrivato anche sottoforma di donazione grazie ai 50.000 euro donati ad inizio emergenza ai reparti di terapia intensiva di Trento e Rovereto su un conto speciale voluto sempre da Confindustria Trento. Le prossime ore saranno decisive per l’ottenimento delle certificazioni ufficiali dei dispositivi di protezione: Delladio si dice fiducioso che l’Istituto Superiore della Sanità opererà velocemente in tal senso.

29/09/2016

La Sportiva: “Primo tour epico di scialpinismo”

Quattro giorni di scialpinismo! La Sportiva Epic Ski Tour 2017 4All nelle Valli di Fiemme e Fassa, fra le Dolomiti trentine, con tre gare il 13, 14 e 15 gennaio 2017. Montepremi di 46.000 euro. Casco La Sportiva in omaggio.
13/09/2016

605 dobermann in gara a Masi di Cavalese

Nel weekend del 17-18 settembre 2016, il Campionato del Mondo dell’Internationaler Dobermann Club approda in Val di Fiemme. I Campioni del Mondo saranno decisi valutando soprattutto la docilità.
10/08/2016

Che buono il latte! Ed è subito festa...

Nel weekend da venerdì 19 a domenica 21 agosto 2016, "Latte in Festa" avvolge la Val di Fiemme nel candore dell’alpeggio, mentre nei paesi si animano spettacoli, fra mercatini, laboratori per piccoli casari e degustazioni. Il nuovo festival "Latte in Festa" svela il segreto del gusto dell'oro bianco del Trentino.
04/08/2016

La Disney sceglie la Foresta dei Draghi della Val di Fiemme

La Foresta dei Draghi del Latemar diventa il set per promuovere l’ultimo film Disney “Il Drago Invisibile”.
I protagonisti degli spot sono Francesco Facchinetti e Wilma Helena Faissol, con il loro piccolo Leone, e Francesca Del Taglia e Eugenio Colombo, con il figlio Brando.
14/07/2016

Com'è buffo il trekking dei lama in Val di Fiemme

Pablo, Cisco, Luglio, Loco, Papaya e Mango sono i protagonisti di un tenero e divertente trekking nei prati di Tesero.
Organizza le escursioni, ogni mattina, il Maso delle Erbe.
Sconto del 10% con la Trentino & FiemmE.motion Guest Card.
13/07/2016

Fiemme, la valle del volley azzurro si tinge di rosa

Dopo il ritiro della Nazionale maschile di volley è il momento della Nazionale femminile. Fra le atlete presenti in Val di Fiemme la nota Eleonora Lo Bianco che si appresta ad affrontare la sua quinta Olimpiade.
Porte aperte al Palazzetto dello Sport La Rosa Bianca di Cavalese, fino al 23 luglio 2016, per assistere agli allenamenti.