Vacanze Sicure

Panorami in HD

15/09/2015

Ecco fino a quando gli impianti di risalita restano aperti:

  • Latemar Predazzo e Pampeago, tutti i giorni fino a domenica 27 settembre
  • Bellamonte-Alpe Lusia, tutti i giorni fino a domenica 20 settembre

Quattro fra i più emozionati punti d’osservazione in quota

PREDAZZO - LATEMAR

Dal Rifugio Passo Feudo il panorama abbraccia il Civetta, il Pelmo, l’Antelao, le Pale di San Martino, la Catena del Lagorai, la Cima d’Asta e il Brenta. Da qui un’escursione conduce al mitico Rifugio Torre di Pisa e all’omonima torre di roccia fra le più fotografate guglie dolomitiche. (altrimenti non si capisce che a essere fotografata è la torre, non il rifugio!)

 

ALPE PAMPEAGO - LATEMAR

Da Pampeago la seggiovia Latemar conduce al Rifugio Zischgalm e al Rifugio Ganischgeralm. Da qui partono escursioni verso Obereggen e verso il Passo Feudo per ammirare la Cima Uomo e le Creste di Costabella, l’Antelao, il Pelmo, il Civetta, le Pale di San Martino, la Catena del Lagorai, il Brenta e l’Ortles. Le cime che si vedono dal Passo Feudo le hai già scritte sopra!!!! Se il post è singolo (un post per ogni impianto) allora puoi ripetere lo stesso testo di Predazzo – Latemar. Se li metti tutti assieme non ha senso!!!!

BELLAMONTE - ALPE LUSIA

La vista più emozionante è a quota 2.000, al Rifugio Lusia, raggiungibile prendendo due seggiovie. Da un lato si ammira la Val di Fassa, il Gruppo del Catinaccio e la Catena dei Monzoni; dall’altro le Pale di San Martino, la Catena del Lagorai e le foreste dei violini.

13/12/2019

La Sportiva: di padre in figlia

L’azienda della Val di Fiemme è stata premiata a Milano per aver saputo gestire al meglio il passaggio generazionale. Ha ritirato il premio Giulia Delladio, figlia del presidente e amministratore delegato Lorenzo Delladio.