Vacanze Sicure

Scia giorno e notte nel Fiemme-Obereggen

27/10/2015

La notte svela ciò che il giorno ha taciuto. Il comprensorio sciistico Fiemme-Obereggen, come tutto il Dolomiti Superski, con le sue “otto giornate di sole su dieci” attrae sciatori e turisti anche dal Nord Europa. Ma è di notte che la Val di Fiemme rivela la sua essenza. Quando le vette dolomitiche incontrano il chiarore lunare, il sapore se ne esce tenace, avvolgente e profondo. E poi c’è quel gusto, nella notte madreperla, che rende ogni gesto consapevole, lento, delicato.

Le tue scie madreperla al chiaro di Luna

È così amata la notte in Val di Fiemme che puoi sciare 4 sere su 7, fra la pista Olimpia 3 dell’Alpe Cermis (dalle 19.30 alle 22.30: ogni mercoledì, venerdì) e la pista di Obereggen dello Ski Center Latemar (dalle 19 alle 22: ogni martedì, giovedì e venerdì).

Lo sci notturno sull’Alpe Cermis ti regala un contatto di intimità privilegiato con una natura incantata. Ogni percezione è dilatata, quando il tuo respiro si sintonizza con il respiro del bosco.

Di notte tutto ha più sapore. È l’occasione perfetta per gustare una cena nella neve al rifugio Dosso del Larici del Cermis. Potrai rientrare con gli sci ai piedi o con la telecabina. In fondo alla pista Olimpia, ti accoglie il lounge bar Cermisfera, un locale fashion da frequentare anche con gli scarponi ai piedi.

Altre cene nella neve puoi assaporarle al Rifugio La Morea di Bellamonte o al Rifugio Caserina di Pampeago. I gestori vengono a prenderti con la motoslitta!

Se ti piace ridere e giocare, Obereggen illumina, tre notti alla settimana, una pista da slittino lunga 2,5 km.

Le tue scie dorate dal Sole

Quando sorge il Sole, dopo una bella colazione, sei pronto a esplorare tutti i 110 chilometri di piste del comprensorio Fiemme-Obereggen. Qui, ogni giorno, scopri un nuovo panorama! Infatti, puoi spaziare liberamente fra cinque skiarea, con lo stesso skipass.

La Skiarea Alpe Cermis attende le tue scie luminose sulla bellissima Catena del Lagorai, dove le cime imbiancate si stagliano nel cielo come onde spumeggianti. La rete di piste, adatte a tutti i tipi di sciatore, parte dai 2.200 metri di Cima Paion. Quassù puoi ammirare uno dei panorami più spettacolari sulle Alpi e sulle Dolomiti. Vuoi fare la tua sciata più lunga? La leggendaria pista “Olimpia”, lunga 7,5 km., è tutta per te. L’Olimpia è una delle piste più amate dell’arco alpino. Puoi raggiungere l’Alpe Cermis, comodamente, dal centro di Cavalese, con una modernissima telecabina.

Lo Ski Center Latemar ti attrae in un carosello naturalistico che circonda il gruppo dolomitico del Latemar, “Patrimonio Naturale dell’Umanità”. Accedi ai suoi 50 km. di piste da Predazzo, da Pampeago o da Obereggen. Vuoi fare uno ski safari fotografico unico al mondo? Scia fra le opere d’arte che costeggiano la Pista Agnello di Pampeago. Sono tutte create da artisti di fama internazionale! Questa pista attraversa il parco d’arte RespirArt, uno dei più alti al mondo. Fra le piste cult c’è anche la Torre di Pisa, che prende il nome dall’omonima guglia, una vera star delle Dolomiti. All’arrivo della telecabina Latemar di Predazzo, ti aspetta la divertente slittovia su monorotaia Alpine Coaster Gardoné che scivola nel bosco innevato fra curve, paraboliche e salti.

Nella Skiarea Bellamonte-Alpe Lusia i tuoi sci accarezzano i confini del Parco Naturale di Paneveggio Pale di San Martino, uno degli ambienti “protetti” che ha favorito l’ingresso delle Dolomiti nella lista dei paesaggi privilegiati dall’Unesco. La pista Lasté ti sedurrà, con i suoi favolosi panorami dolomitici. È lunga 2,8 km e parte da quota 2.320. A Bellamonte c’è anche la nuova pista da slittino “Fraina” che dalla località Le Fassane arriva a Castelir, lungo un tracciato di 1.6 km., a lato della pista Dolomitica.

Le piste del Passo Rolle ti offrono l’emozione esclusiva di sciare fra le maestose Pale di San Martino, vette dolomitiche di infinita bellezza. La pista “Paradiso” si affaccia proprio sul Cimon della Pala, offrendoti una sbalorditiva visione, soprattutto al tramonto. L’Enrosadira delle Dolomiti è uno degli spettacoli naturali più affascinanti al mondo. Le pareti rocciose sviluppano uno spettro cromatico che va dal giallo chiaro al rosso fuoco, per poi attenuarsi in vari livelli di viola.

Altri scenari sulle montagne calcaree, che riflettono i colori di alba e tramonto, spalancano il tuo sguardo sul Passo Lavazé-Occlini, dove lo sci alpino incontra lo sci di fondo.

Se sei uno snowboarder, oltre a esplorare i 110 km di piste Fiemme-Obereggen, spicca evoluzioni e salti sempre nuovi, fra tre sorprendenti Snowpark: il Morea Snowpark Bellamonte-Alpe Lusia, l’Obereggen Snowpark (illuminato tre notti alla settimana) e il Rolle Railz Park.

 

17/05/2019

Predazzo, scateniamo un'altra Red Bull 400

Sabato 6 luglio 2019, tutti allo Stadio del Salto per l'evento più adrenalinico dell'estate. Torna la gara breve più ripida al mondo! La corsa estenuante, aperta a tutti, terminerà con l’Evening Party al Poldo Pub.
11/05/2019

Quel rosso trekking

Le escursioni della Val di Fiemme si tingono di fuoco,
fra tramonti dolomitici, foreste di abeti rossi e distese di rododendri.
26/04/2019

Il cammino del Cristo Pensante: 73 km in 3 giorni

Venerdì 8 luglio 2016, un trekking meditativo di 73 km partirà dal Santuario di Pietralba per arrivare, domenica 10 luglio, al Cristo pensante delle Dolomiti, sulla cima di Monte Castellazzo a Passo Rolle. Iscrizioni entro il 31 maggio.
21/02/2019

Val di Fiemme, il Dolomiti Food Jazz è un festival nel piatto

Dall’8 al 16 marzo 2019 il Dolomiti Ski Jazz si assaporerà anche a tavola, grazie alla seconda edizione della rassegna enogastronomica trentina Dolomiti Food Jazz. Ristoranti e rifugi della Val di Fiemme comporranno “piatti musicali” con le note aromatiche dei sapori della valle, dei vini trentini e Cembrani Doc, della Birra di Fiemme e di altre chicche chilometro zero.
21/02/2019

Val di Fiemme, scopri il programma e i protagonisti del Dolomiti Ski Jazz 2019

Dal 9 al 17 marzo 2019, fra gli oltre 60 artisti del 22° Dolomiti Ski Jazz spiccano musicisti di fama internazionale come Alex Sipiagin, Luca Boscagin, As Madalenas e Los Ernestos, Luigi Bonafede, Dawn Mitchell, Alessandro Lanzoni, Thomas Morgan, Eric McPherson, Pietro Tonolo, Roberto Bindoni, il Soon Trio, Giampaolo Casati, i Lost Boys e il sassofonista Simone Alessandrini apparso tra i migliori nuovi talenti del jazz italiano del 2018 nella top ten del referendum Top Jazz.