CercaWebcamMeteoImpianti
Top

Il contrasto cromatico di Corno Nero e Corno Bianco

Ville di Fiemme
Categoria
Difficoltà
Difficile
Durata
6:00
in ore
Lunghezza
12.6
in km
Periodo consigliato
Gen
Feb
Mar
Apr
Mag
Giu
Lug
Ago
Set
Ott
Nov
Dec

Camminare tra le eccezionalità geologiche di Passo Oclini.

Anello estremamente panoramico, che dà modo di ammirare la Catena del Lagorai e la bassa Val di Fiemme e di scorgere in lontananza la Val di Cembra. Ci troviamo a Passo Oclini, dove la strada s’interrompe e si può solo puntare in alto, verso il cielo. L’itinerario propone la salita di entrambe le cime che incorniciano il passo, ma è possibile farne anche solo una delle due.

I nomi delle due cime la dicono lunga sulla composizione delle stesse: il Corno Nero è in porfidi e rocce di origine vulcanica, di colore scuro, mentre il Corno Bianco svetta con la sua bianca dolomia. È la costituzione geologica a rendere così diversi i due rilievi.

Ulteriori informazioni e link utili

APT Val di Fiemme - Tel. +39 0462 241111 - info@visitfiemme.it - www.visitfiemme.it   

Dati percorso
Difficile
Lunghezza
12,6 km
Durata
6 h 00 min
Salita
950 m
Discesa
950 m
Tecnica
Impegno fisico
Paesaggio
Punto più alto
2.440 m
Punto più basso
1.834 m
Consiglio dell'autore

Dalla vetta del Corno Bianco si può ammirare lo straordinario canyon del Bletterbach, un tesoro geologico che ci mostra l’evoluzione della terra. Questo canyon è il risultato della disgregazione e dell’erosione degli elementi. A partire dall’era glaciale (circa 15.000 anni fa) attraverso le varie ere geologiche, il Bletterbach (Rio delle Foglie) si è scavato una via lunga 8 chilometri e profonda 400 metri.

Indicazioni sulla sicurezza

LE 10 REGOLE PER GLI ESCURSIONISTI

  1. Studiate e preparate bene il vostro itinerario
  2. Scegliete un percorso adatto alla vostra condizione fisica
  3. Portate vestiti ed attrezzatura idonei
  4. Consultate il bollettino metereologico
  5. Partire da soli è rischioso, portate con voi il cellulare
  6. Lasciate informazioni sul vostro itinerario e sull’orario approssimativo di rientro
  7. Se non siete sicuri, non esitate ad affidarvi ad un professionista
  8. Fate attenzione alle indicazioni e alla segnaletica che trovate sul percorso
  9. In caso di stanchezza o di problemi, non esitate a tornare sui vostri passi
  10. In caso di incidente chiamate il numero 112

Come immaginerai, la percorribilità degli itinerari in un ambiente montano è strettamente legata alle condizioni contingenti e dipende quindi da fenomeni naturali, cambiamenti ambientali e condizioni meteo. Per questo motivo, le informazioni contenute in questa scheda potrebbero aver subito variazioni. Prima di partire, informati sullo stato del percorso contattando il gestore dei rifugi sul tuo percorso, le guide alpine, i centri visitatori dei parchi naturali e gli uffici turistici.

Punto di partenza
Passo Oclini
Indicazioni

Da Passo Oclini, subito dietro l’hotel Schwarzhorn, parte il sentiero n° 502 che sale prima ripido e poi in linea panoramica, la dorsale verso la vetta del Corno Nero.

Dalla vetta lungo il sentiero n° 502, con spettacolare percorso di cresta, si raggiunge il Palone e poi si scende al baito di Cugola. Salendo di poco sulla destra si arriva al Passo Cugola, dove si segue il sentiero n° 14 con direzione Malga Cugola bassa.

Raggiunta la malga, una comoda strada forestale (sempre indicazione n° 14 prima in piano poi con leggera salita) porta alla Gurndin Alm.

Da qui vi sono 2 possibilità: ritornare al Passo Oclini per comoda strada sterrata sulla destra (ore 0,30), oppure dopo 100 metri percorsi sulla medesima strada, girare a sinistra lungo il sentiero H, con indicazione Corno Bianco e per esso salire in cima alla montagna.

Dalla vetta del Corno Bianco, scendere per un tratto lungo l’itinerario percorso in salita e poi girare a sinistra sempre lungo il sentiero H che scende direttamente a Passo Oclini (ore 1:30 dalla Gurndin Alm).

Mezzi pubblici
Autobus da Cavalese a Passo Oclini.
Come arrivare
Da Cavalese imboccare la strada per Passo Lavazè. Una volta arrivati al Passo Lavazè svoltare a sinistra e proseguire fino a Passo Oclini.
Dove parcheggiare
Grande parcheggio al Passo Oclini.

Scarpe da trekking, giacca impermeabile, bastoncini da trekking, acqua, crema solare.

Potrebbe interessarti anche...
Scopri i tour correlati
Malga Monte Corno | © N. Delvai, APT Val di Fiemme
Medio
Capriana, Castello-Molina di Fiemme
Malga Monte Corno
Lunghezza 10,4 km
Durata 4 h 00 min
Salita 500 m
Discesa 500 m
Una piramide solitaria lungo il percorso | © Paolo Piffer, Rete di Riserve Val di Cembra Avisio
Facile
Segonzano
Il sentiero delle Piramidi di Segonzano
Lunghezza 3,9 km
Durata 2 h 30 min
Salita 300 m
Discesa 300 m
La segheria veneziana vista dall'esterno | © Stefano Campo, Rete di Riserve Val di Cembra Avisio
Medio
Faver, Grauno, Grumes, Valda
Il Sentiero dei vecchi mestieri – da Grumes
Lunghezza 5,3 km
Durata 3 h 00 min
Salita 400 m
Discesa 400 m
Maso Rover conserva le caratteristiche degli antichi masi agricoli | © Paolo Piffer, Rete di Riserve Val di Cembra Avisio
Facile
Capriana
Masi Comunicanti
Lunghezza 7,4 km
Durata 4 h 00 min
Salita 400 m
Discesa 400 m
Bait de le Vache | © N. Delvai, APT Val di Fiemme
Medio
Predazzo
Monte Mulat da Zaluna
Lunghezza 9,4 km
Durata 4 h 00 min
Salita 900 m
Discesa 900 m
Il rifugio Potzmauer con il grande tiglio | © Patrick Odorizzi, Rete di Riserve Val di Cembra Avisio
Facile
Faver, Grauno, Grumes, Valda
Escursione al Rifugio Potzmauer - da Grumes
Lunghezza 5,0 km
Durata 2 h 20 min
Salita 320 m
Discesa 314 m
Stato
aperto