CercaWebcamMeteoImpianti
Top

872 - Roccolo del Sauch

Cembra, Lisignago, Giovo
Categoria
Difficoltà
Medio
Durata
2:15
in ore
Lunghezza
14.4
in km
Periodo consigliato
Gen
Feb
Mar
Apr
Mag
Giu
Lug
Ago
Set
Ott
Nov
Dec

Itinerario di media difficoltà prevalentemente su sterrato che attraversa i comuni di Giovo, Faedo e Cembra.

Dopo il primo tratto di asfalto fino in località Fontanelle di Faedo, l’itinerario si snoda nella labirintica rete di strade forestali e sentieri che copre i fitti boschi della val di Cembra offrendo numerose ed entusiasmanti discese tecniche. Imperdibile una sosta al roccolo del Sauch: scultura arborea utilizzata un tempo per la caccia agli uccelli ed ora trasformato in osservatorio ornitologico. Poco distante presso il Ristorante Malga Sauch possibilità di ristoro.

Ulteriori informazioni e link utili

Ufficio Turistico Cembra - Tel. +39 0461 683110 - info@visitvaldicembra.it – www.visitvaldicembra.it  

Dati percorso
Medio
Lunghezza
14,4 km
Durata
2 h 15 min
Salita
492 m
Discesa
482 m
Tecnica
Impegno fisico
Paesaggio
Punto più alto
1.085 m
Punto più basso
733 m
Consiglio dell'autore

Adatto anche a E-mtb

Indicazioni sulla sicurezza

CODICE DI COMPORTAMENTO PER UN BIKING SOSTENIBILE 

  • Pianificate la vostra uscita
  • Condividete i sentieri con gli altri fruitori
  • Date sempre la precedenza agli escursionisti a piedi
  • Controllate la velocità in base alla vostra esperienza
  • Percorrete lentamente i sentieri affollati, sorpassate con cortesia e rispetto
  • Non abbandonate mai i percorsi segnalati, non percorrere sentieri chiusi
  • Evitate i sentieri in caso di fango per non danneggiarli ulteriormente
  • Rispettate la natura, il sentiero, le piante e gli animali
  • Non spaventate gli animali
  • Non abbandonate i rifiuti
  • Rispettate la proprietà pubblica e privata
  • Siate sempre autosufficienti
  • Non viaggiate soli in zone isolate
  • Lasciate impronte leggere e limitatevi a scattare foto come ricordo dell’uscita

INDOSSATE SEMPRE IL CASCO!

Punto di partenza
Masen di Giovo
Indicazioni

Dall’abitato di Masen, analogamente all’itinerario n.1, si raggiunge la croce delle Serre e si prosegue in direzione Faedo su strada asfaltata fino a giungere in loc. Fontanelle di Faedo - bel parco e ampio parcheggio - da dove ha inizio il lungo tratto nel bosco. Lo sterrato verso il Sauch offre pendenze mai eccessive salvo un breve tratto ciottolato molto ripido che si fa via via più dolce in prossimità del passo della Croccola. Dal passo si scende al rif. Sauch transitando nei pressi del Roccolo visibile sulla sinistra, per poi ripercorrere l’itinerario a ritroso fino al passo. Da qui si prosegue sulla forestale, a tratti ripida e pavimentata con porfido, seguendo le indicazioni capanna Maderlina fino a raggiungere il biotopo Lagabrùn; in breve si raggiunge la strada asfaltata che da Cembra sale al lago Santo. Si scende lungo la strada fino ad incontrare sulla destra un sentiero (n 414) che si segue in direzione Palù Sovina. Da qui, abbandonando il sentiero 414 che piega verso destra, si prosegue lungo il sentiero 417 che porta verso la capanna Maderlina che non viene però raggiunta poiché, in corrispondenza di un bivio si gira bruscamente verso destra e si seguono le indicazioni per Masen. La discesa verso Masen a tratti molto tecnica ed appagante termina in corrispondenza del cartello indicante “Sentiero naturalistico Mondagiò” che con qualche breve tratto di salita riporta alla croce delle Serre. Dalla croce, accantonando l’idea di scendere lungo la breve strada asfaltata, si imbocca un sentierino che senza possibilità di errori ci riporta a Masen poco prima dell’hotel Fior di Bosco.

Mezzi pubblici

Masen è raggiungile con i bus di linea di Trentino Trasporti B102 (fino a Verla di Giovo) e B105 (da Verla a Ville di Giovo) e poi con circa mezz'ora di camminata.

Come arrivare

Provenendo dall´autostrada A22 del Brennero, sia da sud che da nord, esci al casello di Trento nord (distanza dal casello km 22,5), percorri la S.S. 12 del Brennero in direzione nord fino al bivio di Lavis, per transitare poi sulla SP 131 fino a Verla di Giovo e poi prendere la SP 58 che conduce fino a Masen di Giovo.

Dove parcheggiare

Parcheggio gratuito presso il campo di calcio di Masen.

Cosa portare con sé durante un’escursione in bicicletta? 

  • scorta d'acqua
  • snack
  • giacca antivento e antipioggia
  • maglia e calze di ricambio
  • crema solare
  • occhiali da sole
  • guanti da bici
  • mappa o dispositivo gps
  • kit di primo soccorso
  • kit di riparazione 

Lasciate sempre detto a qualcuno dove siete diretti e per quanto tempo avete previsto per la vostra escursione.

Il numero telefonico in caso di emergenza è il 112

Potrebbe interessarti anche...
Scopri i tour correlati
© Ufficio Turistico Altopiano di Piné e Valle di Cembra
Medio
Faver, Grauno, Grumes, Valda
874 - Masi di Grumes-Cauria
Lunghezza 17,4 km
Durata 4 h 30 min
Salita 811 m
Discesa 815 m
Lago Lagorai | © F. Cerri, APT Val di Fiemme
Difficile
Panchià, Tesero, Ziano di Fiemme
Lago di Lagorai - Tour 935
Lunghezza 26,3 km
Durata 4 h 00 min
Salita 1.180 m
Discesa 1.180 m
Val Venegia | © G. Panozzo, APT Val di Fiemme
Medio
Predazzo
Montagna d'autore: la Val Venegia e Baita Segantini - Tour 934
Lunghezza 18,6 km
Durata 3 h 00 min
Salita 690 m
Discesa 540 m
© Ufficio Turistico Altopiano di Piné e Valle di Cembra
Facile
Giovo
871 - Monte Corona
Lunghezza 17,0 km
Durata 2 h 45 min
Salita 647 m
Discesa 650 m
Lago di Lases | © Staff Outdoor Val di Fiemme ND, APT Val di Fiemme
Facile
Lona-Lases
861 - Lago di Lases-Lago di Santa Colomba
Lunghezza 16,8 km
Durata 2 h 30 min
Salita 468 m
Discesa 460 m
Lavazè | © G. Panozzo, APT Val di Fiemme
Facile
Tesero, Ville di Fiemme
Giro delle malghe sull'altopiano di Lavazè
Lunghezza 20,6 km
Durata 2 h 00 min
Salita 440 m
Discesa 440 m