CercaWebcamMeteoImpianti
Top

Il Lac del Vedes, scrigno di biodiversità

Faver, Grauno, Grumes, Valda
Categoria
Difficoltà
Facile
Durata
6:00
in ore
Lunghezza
14.6
in km
Stato
aperto
Periodo consigliato
Gen
Feb
Mar
Apr
Mag
Giu
Lug
Ago
Set
Ott
Nov
Dec

Una salita fino alla preziosa torbiera del Lac del Vedes, luogo naturale di incredibile bellezza e rarità

L’itinerario ci porta sul Dossone di Cembra dove si trovano alcune tra le più belle e preziose torbiere del Trentino: antichi laghi di origine glaciale dove, per un processo naturale, si sono accumulati spessi strati di torba. Nella torbiera si trova una vegetazione unica, formata da tappeti di particolarissimi muschi e da piccole piante palustri molto rare. Il Lac del Vedes di Grumes è sicuramente una delle più belle e meglio conservate torbiere del Trentino. Qui, un percorso di visita con passerelle in legno e pannelli didattici ci spiega le rarità presenti e come nasce una torbiera.

Ulteriori informazioni e link utili

Rete di Riserve Alta Val di Cembra-Avisio

www.reteriservevaldicembra.tn.it

Sviluppo Turistico Grumes

www.vivigrumes.it

Green Grill

www.greengrill.it

Visit Trentino

www.visittrentino.info

Meteotrentino

www.meteotrentino.it

Dati percorso
Facile
Lunghezza
14,6 km
Durata
6 h 00 min
Salita
700 m
Discesa
700 m
Tecnica
Impegno fisico
Paesaggio
Punto più alto
1.509 m
Punto più basso
854 m
Consiglio dell'autore

La torbiera è un luogo da visitare in tutte le stagioni. In primavera si possono osservare le fioriture degli eriofori che emettono piccoli batuffoli cotonosi e spesso le ovature degli anfibi deposte nella pozza vicino alla passerella.L’autunno è forse il momento più spettacolare con le tinte calde delle foglie degli alberi, il rosso dei muschi della torbiera e il verde degli abeti che fanno da corno al Lac del Vedes.

Chi vuole accorciare il giro proposto può parcheggiare la macchina in località Pradet (Masi di Grumes) e salire al passo della Cima e quindi al Lac del Vedes. Il rientro può avvenire dal medesimo percorso o da Valdonega.

Indicazioni sulla sicurezza

Sebbene il percorso non presenti particolari difficoltà di tipo tecnico né tratti pericolosi, consigliamo sempre e in ogni caso di rispettare le generali norme di sicurezza per le escursioni in montagna.

Le informazioni contenute in questa scheda sono soggette ad immancabili variazioni, nessuna indicazione ha quindi valore assoluto. Non è possibile evitare del tutto inesattezze o imprecisioni, in considerazione della rapidità dei cambiamenti ambientali o meteorologici che possono verificarsi. In questo senso decliniamo ogni responsabilità per eventuali cambiamenti subiti dall’utente. Si consiglia, comunque, di accertarsi, prima di effettuare un’escursione, sullo stato dei luoghi e sulle condizioni ambientali o meteorologiche.

  • Preparate il vostro itinerario
  • Scegliete un percorso adatto alla vostra preparazione
  • Scegliete equipaggiamento e attrezzatura idonei
  • Consultate i bollettini meteorologici
  • Partire da soli è più rischioso
  • Lasciate informazioni sul vostro itinerario e sull’orario approssimativo di rientro
  • Non esitate ad affidarvi ad un professionista
  • Fate attenzione alle indicazioni e alla segnaletica che trovate sul percorso
  • Non esitate a tornare sui vostri passi
  • In caso di incidente date l’allarme chiamando il numero 112
Punto di partenza
Grumes (Altavalle)
Indicazioni

Il nostro percorso parte dalla piazza di Grumes. Da qui si sale verso la chiesa e quindi, attraversata la SS. 612, verso i Masi di Grumes. Superata la zona artigianale si segue il sentiero che porta alla Baita Penna Nera e quindi le indicazioni per Valdonega.

Si prosegue in salita per una strada selciata fino a raggiungere i prati di Valdonega, una zona con delle caratteristiche baite di montagna. Al capitello si seguono le indicazioni per il Lac del Vedes. Una volta giunti alla torbiera una passerella in legno ci permette di osservare le caratteristiche di questo ambiente da vicino. Proseguendo lungo il percorso che la costeggia sulla destra troviamo un bel punto panoramico. Da qui continuiamo a seguire il sentiero nel bosco che costeggia un piccolo rivolo d'acqua e ci porta a incrociare una strada forestale che arriva al passo della Cima. Se decidiamo di scendere al rifugio Potzmauer è sufficiente seguire le indicazioni che dal passo vanno verso la Val d'Adige. Se invece decidiamo di tornare subito al punto di partenza dobbiamo seguire le indicazioni per i Masi di Grumes - Grumes (sentiero SAT 480).

Dove parcheggiare

Parcheggio gratuito al piazzale presso il centro polifunzionale "Le Fontanelle" a Grumes

  • Scarpe da trekking o Scarponcini da montagna
  • Bastoncini da trekking
Potrebbe interessarti anche...
Scopri i tour correlati
Val Venegia - Ai piedi delle Dolomiti (Pale di San Martino) | © Staff Outdoor Val di Fiemme, Trentino Marketing
Medio
Predazzo
La meravigliosa Val Venegia
Lunghezza 12,3 km
Durata 4 h 30 min
Salita 500 m
Discesa 500 m
Una piramide solitaria lungo il percorso | © Paolo Piffer, Rete di Riserve Val di Cembra Avisio
Facile
Segonzano
Il sentiero delle Piramidi di Segonzano
Lunghezza 3,9 km
Durata 2 h 30 min
Salita 300 m
Discesa 300 m
© Federico Monegatti, APT Trento
Medio
Cembra, Lisignago
Al "Piz delle Agole" e la chiesetta di S. Leonardo
Lunghezza 10,8 km
Durata 4 h 45 min
Salita 660 m
Discesa 661 m
Vista sul Corno Nero | © G. Panozzo, APT Val di Fiemme
Difficile
Ville di Fiemme
Il contrasto cromatico di Corno Nero e Corno Bianco
Lunghezza 12,6 km
Durata 6 h 00 min
Salita 950 m
Discesa 950 m
© Ufficio Turistico Altopiano di Piné e Valle di Cembra
Facile
Giovo
Sentiero del Mancabrot e del Lac de Montesel
Lunghezza 8,4 km
Durata 3 h 30 min
Salita 400 m
Discesa 400 m
Sul sentiero | © orlerimages.com, APT Val di Fiemme
Difficile
Tesero, Ville di Fiemme
Giro della Pala di Santa, tra Lavazè e Pampeago
Lunghezza 10,6 km
Durata 5 h 00 min
Salita 780 m
Discesa 780 m