CercaWebcamMeteoImpianti
Top

Il sentiero delle Piramidi di Segonzano

Segonzano
Categoria
Difficoltà
Facile
Durata
2:30
in ore
Lunghezza
3.9
in km
Periodo consigliato
Gen
Feb
Mar
Apr
Mag
Giu
Lug
Ago
Set
Ott
Nov
Dec

Un’escursione che ci porta al cospetto degli "òmeni de Segonzan", un fenomeno geologico raro e affascinante

Questo percorso ci porta alla scoperta di uno dei fenomeni geologici più affascinanti del Trentino: le piramidi di terra di Segonzano, spettacolari “sculture naturali” prodotte dal dilavamento dell’acqua piovana sugli antichi depositi di materiali abbandonati dai ghiacciai. Quando uno dei massi di porfido contenuti nei depositi viene portato alla luce a causa dell’erosione, è possibile che esso faccia da “tetto” al materiale sottostante proteggendolo dalla pioggia battente, dando quindi origine al tipo di piramide più singolare, quello con il “cappello”. L'eventuale caduta del sasso condanna la piramide ad una veloce demolizione. Le Piramidi, localmente chiamate gli òmeni (uomini) de Segonzan, sono quindi un fenomeno effimero.

Ulteriori informazioni e link utili

Rete di Riserve Alta Val di Cembra-Avisio

www.reteriservevaldicembra.tn.it

Visit Trentino

www.visittrentino.info

Meteotrentino

www.meteotrentino.it

Dati percorso
Facile
Lunghezza
3,9 km
Durata
2 h 30 min
Salita
300 m
Discesa
300 m
Tecnica
Impegno fisico
Paesaggio
Punto più alto
860 m
Punto più basso
599 m
Consiglio dell'autore

Il sentiero è ripido ed esposto a sud-ovest per cui si consiglia di evitare le ore centrali e più calde della giornata. Raggiunta la frazione di Stedro, prima di prendere il sentiero per il rientro, vale la pena fare un giro tra le viuzze del paese.

Nel periodo estivo il sentiero prevede un ticket di ingresso di pochi euro.

Indicazioni sulla sicurezza

Sebbene il percorso non presenti particolari difficoltà di tipo tecnico né tratti pericolosi, consigliamo sempre e in ogni caso di rispettare le generali norme di sicurezza per le escursioni in montagna.

Le informazioni contenute in questa scheda sono soggette ad immancabili variazioni, nessuna indicazione ha quindi valore assoluto. Non è possibile evitare del tutto inesattezze o imprecisioni, in considerazione della rapidità dei cambiamenti ambientali o meteorologici che possono verificarsi. In questo senso decliniamo ogni responsabilità per eventuali cambiamenti subiti dall’utente. Si consiglia, comunque, di accertarsi, prima di effettuare un’escursione, sullo stato dei luoghi e sulle condizioni ambientali o meteorologiche.

  • Preparate il vostro itinerario
  • Scegliete un percorso adatto alla vostra preparazione
  • Scegliete equipaggiamento e attrezzatura idonei
  • Consultate i bollettini meteorologici
  • Partire da soli è più rischioso
  • Lasciate informazioni sul vostro itinerario e sull’orario approssimativo di rientro
  • Non esitate ad affidarvi ad un professionista
  • Fate attenzione alle indicazioni e alla segnaletica che trovate sul percorso
  • Non esitate a tornare sui vostri passi
  • In caso di incidente date l’allarme chiamando il numero 112
Punto di partenza
Segonzano – Chiosco alle piramidi
Indicazioni

Partendo dal piazzale del Ristobar Chiosco alle Piramidi, il sentiero sale deciso. Al primo bivio appena sopra il chiosco si sale a destra seguendo il sentiero lungo il quale si incontrano alcuni punti di osservazione delle piramidi. Proseguendo si giunge ad una strada asfaltata che si percorre in discesa verso le frazioni di Luch e Stedro. A Stedro, si segue la strada di campagna e quindi il sentiero per il rientro al punto di partenza, non prima di aver deviato fino al punto panoramico da cui si possono ammirare le piramidi più alte viste dal basso.

Come arrivare

Per chi viene da Trento, seguire la SP71 in direzione nord, e dopo aver superato il bivio per Faver-Cembra, parcheggiare al piazzale del Chiosco delle Piramidi che si trova sulla destra.

Per chi viene dalla Val di Fiemme seguire la SP71 in direzione sud e dopo aver superato la frazione di Scancio svoltare a sinistra per parcheggiare nel piazzale del Chiosco alle Piramidi

Dove parcheggiare

Parcheggio libero presso il “Chiosco alle Piramidi” prima di arrivare a Scancio per chi viene da Trento o subito dopo Scancio per chi viene da Cavalese.

  • Scarpe da trekking o scarponcini da montagna.
  • Bastoncini da trekking
Potrebbe interessarti anche...
Scopri i tour correlati
La torbiera in primavera diventa luogo di riproduzione di diverse specie di anfibi | © Paolo Piffer, Rete di Riserve Val di Cembra Avisio
Facile
Faver, Grauno, Grumes, Valda
Escursione al Lago di Valda - da Ponciach
Lunghezza 9,8 km
Durata 4 h 30 min
Salita 500 m
Discesa 500 m
Stato
aperto
Sul percorso | © orlerimages.com, APT Val di Fiemme
Medio
Predazzo
Passo Feudo - Gardonè
Lunghezza 7,3 km
Durata 3 h 00 min
Salita 150 m
Discesa 675 m
© Federico Monegatti, APT Trento
Medio
Cembra, Lisignago
Al "Piz delle Agole" e la chiesetta di S. Leonardo
Lunghezza 10,8 km
Durata 4 h 45 min
Salita 660 m
Discesa 661 m
© Andrea Monticelli, APT Trento
Medio
Cembra, Lisignago, Faver, Grauno, Grumes, Valda, Segonzano
Sul sentiero europeo con gusto
Lunghezza 11,7 km
Durata 5 h 25 min
Salita 668 m
Discesa 671 m
Latemar | © G. Panozzo, APT Val di Fiemme
Medio
Tesero, Predazzo
Rifugio Torre di Pisa
Lunghezza 9,0 km
Durata 5 h 00 min
Salita 800 m
Discesa 800 m
Lago Cavallazza | © N. Delvai, APT Val di Fiemme
Medio
Predazzo
Cima Cavallazza
Lunghezza 7,9 km
Durata 3 h 30 min
Salita 450 m
Discesa 450 m